Newsletter settembre 2003 - La Fondazione si presenta al Meeting ICS

Le attività svolte dalla FONDAZIONE ITALIANA CONTINENZA danno particolare risalto alla necessità di
fornire adeguate informazioni sull’incontinenza urinaria/fecale e sulla vescica iperattiva. La Fondazione è stata presentata a tutte le istituzioni: Ministeri, Regioni, Autorità sanitarie locali, Ospedali, Case di cura, Cliniche e Associazioni scientifiche; particolare rilievo è stato dato all’incontinenza urinaria nell’ambito della popolazione generale.
In Italia i punti critici sono i seguenti:
- il problema è nascosto, dal momento che i pazienti sono restii a esporre i loro disturbi ai medici ed agli altri operatori sanitari;
- l’incontienza è considerata dai pazienti come un problema ineluttabile, di cui talora aver vergogna;
- spesso non vengono prese in alcuna considerazione soluzioni riabilitative, chirurgiche, farmacologiche;
- le famiglie che devono prendersi cura dei pazienti incontinenti si trovano in difficoltà e c’è necessità di più supporto da parte dei medici e degli infermieri;
- è necessario promuovere specifiche informazioni e nozioni nell’ambito della classe medica ed infermieristica.
Esiste una sorta di indifferenza sia nei confronti delle problematiche causate da questa patologia, sia nei confronti dell’assistenza, dei sussidi medici ed infermieristici e della qualità degli ausili che possono essere forniti per aiutare i pazienti e le loro famiglie.
Uno dei più importanti obiettivi della FONDAZIONE ITALIANA CONTINENZA è migliorare la qualità di vita
dei pazienti. Con questo scopo nel 2001 e nel 2002 sono state organizzate le seguenti iniziative:
- Congresso “Terapisti della Continenza” in cui urologi, geriatri, fisiatri, infermieri e riabilitatori hanno discusso e definito il ruolo professionale del “terapista della continenza”.
- Corso “L’incontinenza urinaria nell’anziano” in cui infermieri professionali che lavorano in ospedale o in strutture per anziani sono stati istruiti su come meglio affrontare il trattamento dell’incontinenza.
- Congresso “Il ruolo dello Specialista nella prescrizione degli ausili per l’incontinenza” in cui un gruppo di urologi ha discusso il loro ruolo nel fornire consigli ai pazienti e nel seguirne le necessità.
Gli scopi delle sopracitate attività sono: promuovere la comprensione del problema incontinenza, ampliarne la conoscenza e creare una classe infermieristica informata. Siamo solo agli inizi e ci sarà ancora molto da fare nei prossimi anni.
 

Scarica il PDF