Newsletter giugno 2008 - Qualità della vita e ausili

La Fondazione italiana continenza ha dato il proprio contributo in questi anni per la diffusione di informazioni su soluzioni, assistenza, presidi, prodotti.
Sono stati affrontati vari temi legati all’incontinenza, da quelli relativi agli aspetti psicologici e culturali, a quelli più propriamente pratici. Un aspetto però resta fondamentale: la quotidianità delle persone che devono affrontare questo problema. Come è e come può essere la vita di chi soffre di incontinenza urinaria? L’attività lavorativa? Come cambiano le relazioni sociali?
È dedicato proprio a questi aspetti il numero di Contenuti, con l’obiettivo di poter dare un contributo reale e un messaggio positivo.
L’incontinenza è un problema che può essere affrontato e gestito. La qualità della vita può essere migliorata e tale miglioramento è un obiettivo che tutti oggi possono perseguire con strumenti concreti. I presidi per incontinenza offrono una gamma di soluzioni completa e soprattutto la possibilità di disporre di prodotti di qualità, che significa davvero scegliere il meglio per la propria vita.
L’ultima pubblicazione della Fondazione, “Incontinenza urinaria. Qualità di Vita e ausili”, è proprio dedicata alle tipologie e varietà degli ausili oggi disponibili. Anche quando si parla di incontinenza non risolvibile, molto si può fare. Per questo, all’interno della newsletter, sono trattati i temi dell’accesso alle
cure e dei costi di gestione dell’incontinenza: le procedure da seguire, le tipologie di richiesta, le
strutture distributive dei presidi. A conclusione di questo numero, l’intervista a Fabio Raimondi, capitano della nazionale italiana di basket in carrozzina, che rappresenta un esempio positivo di determinazione e forza di volontà per tutti.
 

Scarica il PDF